Recensione di Electrolux Chillflex Pro 11: Essenziale e potente

In questa pagina andiamo a valutare le caratteristiche di un condizionatore portatile molto interessante, specialmente per chi ha necessità di raffreddare ambienti piuttosto ampi, come le stanze più grandi della casa: parliamo del condizionatore Electrolux Chillflex Pro 11, un dispositivo piuttosto potente e adatto al raffreddamento di ambienti piuttosto ampi.

Electrolux-Chillflex-Pro-11

Le caratteristiche di base sono molto interessanti, e di seguito cercheremo di capire se si tratta del prodotto che può fare al caso vostro.

Caratteristiche principali

  • Condizionatore potente
  • Possibilità di utilizzare diverse modalità di raffreddamento
  • Utile anche come riscaldamento invernale
  • Controllabile a distanza con il telecomando
  • Ecologico

Consumi

Da questo punto di vista il dispositivo si comporta piuttosto bene, perché per quanto la classe energetica non sia elevata (parliamo di un condizionatore in classe energetica A) abbiamo un rapporto tra assorbimento massimo e potenza che gioca a favore di questo dispositivo.

La potenza elettrica assorbita è infatti di 1 kWh ogni 60 minuti, e questo significa che il raffreddamento di una stanza anche piuttosto grande difficilmente supererà due euro al giorno anche tenendo il condizionatore acceso per molte ore (considerando una media di 8 ore al giorno di accensione).

Da questo punto di vista, quindi, e tenendo conto che un condizionatore piuttosto potente ha anche consumi più elevati, il risparmio energetico rispetto ad altri prodotti diventa molto interessante con il condizionatore Electrolux.

Rumorosità

Per quanto riguarda la rumorosità, invece, la situazione purtroppo cambia e non ci troviamo di fronte ad uno dei prodotti più silenziosi, anzi.

C’è da premettere che in generale, condizionatori più potenti generano normalmente un rumore maggiore, ma in questo caso ci assestiamo su una media di 65 dB ad andamento normale, situazione che può peggiorare nel momento in cui attiviamo le ventole a velocità massima (e purtroppo c’è spesso bisogno di ricorrere alla velocità massima perché l’ambiente da raffreddare è piuttosto ampio, in genere).

Il rumore emesso dal circuito di raffreddamento si unisce poi a quello emesso dalla ventola, e questo può peggiorare ulteriormente la situazione in questo senso; l’unica “scappatoia” risulta essere il fatto che il condizionatore viene messo in una stanza piuttosto grande, e questo permette di poter rimanere lontani dall’apparecchio pur godendo dell’aria fresca che emette, sentendo in questo modo il rumore ad un livello minore.

Prestazioni

Le prestazioni rappresentano invece il punto di forza principale di questo dispositivo, e questo permette di utilizzarlo anche in ambienti piuttosto grandi.

Il condizionatore è pensato per raffreddare stanze grandi fino ad un massimo di 20-25 metri quadri, quindi sale, salotti, cucine piuttosto grandi o anche uffici spaziosi sono tutti ambienti che possono trarre il massimo dal suo utilizzo.

La capacità di raffreddamento corrisponde infatti a circa 11.000 BTU, una potenza di raffreddamento piuttosto elevata che raggiunge quasi quella dei condizionatori fissi, per prestazioni che sono quindi piuttosto elevate.

Importante ricordare anche il contenuto, direttamente nella confezione, del kit per l’isolamento della finestra, da utilizzare per portare il tubo all’esterno della stanza evitando che il calore possa rientrare; questa accortezza contribuisce in modo non indifferente ad isolare la stanza facendo guadagnare ulteriormente in prestazioni.

Esperienza d’uso

Per quanto riguarda l’esperienza di utilizzo, il prodotto funziona molto bene in qualsiasi situazione, e da questo punto di vista è sicuramente consigliabile.

La struttura è molto compatta, quasi cubica, un po’ allargata, ma questo non rappresenta un problema considerando che è pensato per essere inserito in stanze piuttosto grandi che presumibilmente hanno molto spazio a disposizione.

Nella parte alta si trova sia il display che le bocchette per l’emissione di aria, che di conseguenza non può essere puntata direttamente su una persona. Questo non è un problema quando si utilizza per il raffreddamento o per la deumidificazione, ma può esserlo quando viene usato per la ventilazione, per cui non risulta particolarmente utile.

Il tubo viene apposto alla parte posteriore dell’elettrodomestico e deve essere collegato alla finestra che permette di scaricare l’aria calda in uscita dal condizionatore. Invece l’acqua non viene eliminata tramite il tubo ma tramite una cassetta, che si trova nella parte posteriore del condizionatore, e che deve essere svuotata (si viene avvertiti da un segnale sonoro quando questa dovrebbe riempirsi eccessivamente, e succede abbastanza spesso nelle giornate estive afose, anche se la cassetta ha una capacità piuttosto ampia di 5 litri d’acqua di raccolta).

Le funzioni sono quelle classiche del condizionatore portatile (raffreddamento, deumidificazione, ventilazione seppur non molto utile), e poi c’è anche la possibilità di utilizzare la pompa di calore anche per il riscaldamento invernale, una funzione in più che certamente risulta utile per aggiungere versatilità al condizionatore.

Le funzioni a disposizione non sono moltissime; a parte le modalità standard è presente un timer (che permette di spegnerlo ad un orario stabilito) ed una “modalità sonno”, che alza costantemente la temperatura con il passare del tempo fino allo spegnimento del condizionatore. E’ poi possibile controllarlo anche tramite il telecomando, che permette di controllarlo a distanza, anche se le funzioni sono numericamente inferiori rispetto ad altri dispositivi.

Una caratteristica che vale la pena ricordare di questo prodotto è l’attenzione all’ambiente e all’ecologia, al di là del “semplice” risparmio energetico. Il gas di raffreddamento utilizzato è infatti completamente ecologico, ma non solo: la condensa che viene prodotta, prima di essere eliminata nell’apposita vaschetta è usata per il raffreddamento del motore, così da utilizzare questo prodotto di scarto anche per una seconda funzione comunque importante.

Conclusioni

Nel complesso, il condizionatore rappresenta un prodotto molto valido per chi ha interesse a raffreddare, e volendo anche a riscaldare per l’inverno, spazi piuttosto grandi.

Le prestazioni rappresentano il suo punto di forza, dato che è in grado di raffreddare stanze voluminose in un tempo piuttosto breve, ed è in grado di raccogliere anche grandi quantità di umidità in poco tempo, con la funzione di deumidificazione.

Le prestazioni non si accompagnano purtroppo ad un corrispettivo in termini di risparmio energetico e, soprattutto, di rumore emesso, che rappresentano due criticità di questo dispositivo; un peccato considerando che sia dal punto di vista delle funzioni che dal punto di vista ecologico (da non sottovalutare) si tratta di uno dei migliori condizionatori tra quelli disponibili sul mercato, sicuramente da prendere in considerazione se il vostro scopo è quello di raffreddare grandi ambienti nell’impossibilità di installare un condizionatore fisso.