Quando dobbiamo scegliere un elettrodomestico per la nostra casa, la vasta scelta disponibile nei negozi e online può rendere difficile trovare il prodotto migliore per le nostre necessità. È il caso dei condizionatori portatili, di cui esistono vari modelli e varie marche tra le quali può essere difficile capire quale sia il prodotto migliore per noi.

Per questo, abbiamo deciso di segnalare i migliori modelli suddivisi per tipologia che sono attualmente in vendita. Infatti stilare una classifica è praticamente impossibile perché non tutti hanno le stesse esigenze, motivo per cui abbiamo suddiviso l’articolo in più categorie per permettervi di scegliere il migliore in base a ciò che cercate.

Se avete necessità di un climatizzatore portatile che eccelle in una categoria, di seguito troverete il modello migliore per le vostre esigenze.

Il più silenzioso

Il rumore emesso è uno dei problemi più sentiti da chi acquista questo tipo di prodotto. Purtroppo non lo si può eliminare, perché è parte integrante del motore, del circuito refrigerante del prodotto, sarebbe come chiedere ad un treno di non fare rumore.

In generale, i raffrescatori, o condizionatori ad acqua, sono decisamente più silenziosi perché non hanno un compressore all’interno, quindi il rumore emesso è pochissimo; tuttavia, per consigliarlo in questo categoria abbiamo scelto due climatizzatori a tutti gli effetti, diversi tra di loro per fisionomia: uno sfrutta una soluzione geniale per ridurre il rumore, il  Trotec Pac 4600, mentre l’altro il Trotec PAC 2000 S è il classico mono-blocco

Il primo modello è realizzato in modo da separare tra loro il motore e la parte che emette l’aria fredda, lasciando le due unità separate esattamente come succede con un climatizzatore fisso, anche se qui siamo in presenza di un portatile.

Le due unità sono unite da un tubo centrale molto piccolo, e l’idea è quella di mettere l’unità interna (che fa pochissimo rumore) in casa, quella esterna (che fa molto rumore) sul davanzale della finestra, oppure sul balcone; la finestra socchiusa (non è chiusa perché il tubo, anche se piccolo, ci deve passare) permette di ridurre al massimo il rumore che sentiamo, motivo per cui nonostante si tratti di un climatizzatore molto potente è particolarmente silenzioso (si attesta in una forbice di decibel tra i 45 e i 55), se in senso assoluto quantomeno dal punto di vista del rumore percepito.

Lo abbiamo recensito in modo completo in questa pagina, dove potete scoprire anche gli altri vantaggi che lo riguardano, tra cui l’altissima potenza.

Il PAC 2000 S è invece il più classico climatizzatore mono-blocco che comprende al suo interno il compressore che genera l’aria condizionata. Nonostante questo riesce a mantenersi in un range di decibel tra i 50 e 64, quindi se non si spreme al massimo rimane in una soglia di rumore abbastanza sopportabile. Trovate la recensione a questa pagina.

Il migliore senza tubo

Inutile girarci intorno: per poter funzionare, un climatizzatore portatile ha necessità del tubo che porti all’esterno il calore raccolto all’interno dell’edificio.

I tubi possono essere più grandi oppure più piccoli, o anche molto piccoli come accade nel Trotec che abbiamo appena visto, ma anche in quel caso c’è; per trovare un climatizzatore che sia effettivamente senza tubo dobbiamo quindi considerare i raffrescatori, ventilatori particolari che abbassano la temperatura della stanza cedendo il calore non all’aria esterna bensì all’acqua fredda, che evapora.

Tra i modelli che abbiamo recensito, quello che riteniamo migliore è il Klarstein Skycraper Ice, che appartiene proprio a questa categoria di climatizzatori portatili.

Si tratta di un dispositivo con forma “a torre”, molto alto che diffonde quindi l’aria in modo piuttosto uniforme all’interno della stanza, con una distribuzione che risulta quindi molto simile a quella di un normale condizionatore.

Naturalmente non si raggiunge la stessa capacità dal punto di vista della diminuzione di temperatura, ma nel complesso è un buon compromesso per chi vuole evitare alla radice il problema del tubo, che qui non c’è affatto.

Tra le caratteristiche interessanti di questo prodotto ci sono i bassi consumi, lo sviluppo in verticale e il movimento di grandi quantità di aria: nel complesso, un ottimo prodotto, anche se tecnicamente non è un climatizzatore, di cui potete trovare maggiori informazioni nella nostra recensione completa di Klarstein Skycraper Ice.

Il più economico

I prezzi dei climatizzatori portatili sono molto variabili, anche se i loro costi non sono paragonabili a quello di un climatizzatore fisso, a cui bisogna aggiungere anche i costi di installazione.

La spesa del climatizzatore si valuta in due momenti, ovvero l’acquisto e i consumi, che si pagano sulla bolletta elettrica, e noi abbiamo preso in considerazione i condizionatori veri e propri (non i raffrescatori, che hanno un costo di un centinaio di euro circa). La scelta è ricaduta su Trotec PAC 2000E.

Ovviamente la parsimonia di consumi si paga un po’ sulle prestazioni, ma se la stanza in cui lo si mette non supera i 20 metri quadrati (quindi  non proprio piccolissima) non ci dovrebbero essere problemi nel raffreddarla tutta. Prlando di cifre lo si acquista a meno di 230 euro, e consumando “solo” 2,1kw non inciderà eccessivamente sulla bolletta.

Può andare bene per un piccolo studio, oppure per una camera da letto, mentre non è indicato per una sala o comunque per posti destinati ad accogliere molte persone. È un condizionatore economico sia dal punto di vista del prezzo iniziale, che è basso rispetto a quello dei prodotti simili, sia dal punto di vista dei consumi, che in generale sono molto bassi relativamente alla poca potenza di cui è dotato.

Se non avete ambienti particolarmente grandi da raffreddare, e se volete risparmiare sia all’inizio, nell’acquisto, che in seguito sulla bolletta, potete leggere la recensione completa in questa pagina.

Il  più potente

Le prestazioni del climatizzatore portatile si misurano essenzialmente nel numero di metri quadrati che riesce a raffreddare e dai suoi BTU, quindi un climatizzatore molto performante sarà in grado di raffreddare anche stanze molto grandi.

Con un prodotto portatile non si raggiungono mai prestazioni altissime, per una questione di dimensioni (un climatizzatore troppo potente dovrebbe essere anche molto grande, e verrebbe meno la caratteristica del “portatile”) ma alcuni sono più performanti di altri.

Il Trotec PAC 4600 è uno dei climatizzatori migliori da questo punto di vista, che permette di raffreddare ambienti veramente grandi, fino a 40 o 50 metri quadrati con i suoi 14500 BTU, per cui è uno dei modelli migliori per chi ha necessità di raffreddare grandi stanze.

Naturalmente, bisogna dire che dal punto di vista del silenzio e dei bassi consumi siamo ad un livello non ottimale, ma visto che generalmente una caratteristica (la potenza) esclude le altre, se si cercano prestazioni alte non possiamo far altro che accettare compromessi come questi.

La recensione completa del climatizzatore si può leggere qui.

Il più bello

Anche l’occhio vuole la sua parte, e nonostante stiamo parlando di condizionatori portatili (per cui elettrodomestici ingombranti e che comunque hanno sempre il tubo, che non è il massimo dell’estetica) ci sono delle differenze anche da questo punto di vista, tra i vari modelli.

Tra i tanti, il climatizzatore portatile che abbiamo ritenuto migliore per estetica è il Pinguino PAC WE128 Silent, uno dei climatizzatori Pinguino più completi dal punto di vista delle caratteristiche e più particolari per design.

Il colore non è il classico bianco dei climatizzatori, che tra l’altro tende a sporcarsi subito, ma è una bella tonalità blu che, peraltro, si sposa piuttosto bene con un arredamento moderno. La struttura è minimalista e il display limitato, insieme ai tasti, ad una piccola parte del dispositivo.

Oltre all’estetica, di questo prodotto sono interessanti le funzioni: troviamo infatti una buona classe energetica, un’alta personalizzazione e soprattutto ha la possibilità di raggiungere temperature molto inferiori agli altri modelli per merito della pompa acqua-aria, invece che della classica aria-aria dei climatizzatori. In questo modo riesce a produrre il cosiddetto “superfreddo”.

Trovate la recensione completa in questa pagina.

Il più completo

Avevamo pensato di eleggere, tra i precedenti, quello che secondo noi è il climatizzatore portatile migliore in assoluto; purtroppo, non è possibile sceglierne uno che abbia tutte le caratteristiche precedenti, in quanto alcune di esse escludono le altre (ad esempio, consumi e prestazioni sono inversamente proporzionali).

Per questo motivo, vi riportiamo quello che a nostro avviso è il climatizzatore portatile più completo, tra quelli che abbiamo recensito, per trovare un buon compromesso tra tutte le caratteristiche: la nostra scelta è ricaduta su Argo Softy Plus.

È una machina potente, per cui non particolarmente bassa dal punto di vista dei consumi ma la cosa, in parte, è ammortizzata dalla classe energetica A+ a cui appartiene.

Inoltre, nonostante non sia particolarmente silenzioso (perché non lo è), è interessante per le sue funzioni e soprattutto per la pompa di calore, che permette di utilizzarlo sia in estate che in inverno per produrre freddo e caldo: per chi vuole climatizzare la casa, è un prodotto che non eccelle nelle varie caratteristiche, ma che nell’insieme rappresenta uno dei prodotti più completi disponibili attualmente sul mercato.

La recensione completa di Argo Softy Plus la trovate qui.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Dai la tua opinione! Vota tu per primo!)
Loading...