Recensione di Klarstein Skyscraper Ice: condizionatore portatile senza tubo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Dai la tua opinione! Vota tu per primo!)
Loading...

Avevamo già parlato delle proposte migliori presenti sul mercato, di condizionatori portatili senza tubo in questo nostro articolo, pertanto in questa pagina andiamo a valutare e testare il Klarstein Skyscraper Ice, un condizionatore portatile senza tubo (chiamati anche raffrescatori evaporativi) che può aiutare a raffreddare l’aria, e ad umidificarla, per sopportare meglio il caldo nelle torride giornate estive.

Si tratta di un prodotto che riesce a coniugare una struttura esteticamente bella da vedere, dei consumi bassi e anche una buona potenza, intesa come quantità d’aria che riesce a muovere in casa: vediamolo meglio e cerchiamo di capire quali sono le sue funzioni e perché è una soluzione interessante per chi non vuole un climatizzatore vero e proprio ma non si accontenta nemmeno di un normale ventilatore.

Carateristiche principali

  • Un buon design
  • Consumi molto bassi
  • Una buona potenza
  • Quantitativo di aria spostato molto alto
  • Telecomando
  • Timer fino a 7.30 ore

klarstein skyscraper ice2

Consumi

I consumi di un dispositivo del genere sono sempre molto bassi, ma veramente bassi, e sono molto simili a quelli di un normale ventilatore, che non consuma praticamente nulla. Siamo infatti sui 45 W, mentre un condizionatore fisso ne consuma, per avere un’idea, all’incirca 2000. Questo significa che se lo teniamo acceso tutto il giorno, 10 ore, considerando un costo sulla bolletta (totale) di circa 20 centesimi di euro a kW (che sono 1000 W) si spendono circa 10 centesimi.

Che, tradotto, significa che se lo teniamo acceso tutti i giorni per 10 ore spendiamo all’incirca 3 euro in più sulla bolletta, una cifra del tutto abbordabile per non soffrire eccessivamente il caldo all’interno della nostra abitazione. Se a questo aggiungiamo che è presente anche una “modalità ecologica” che abbassa la velocità delle ventole, quindi i consumi, questi si riducono ad un valore prossimo allo zero.

Rumorosità

La rumorosità di questo prodotto dipende essenzialmente dalla velocità della ventola, e anche in parte alla rotazione del dispositivo sul proprio asse.

In entrambi i casi, si arriva ad un rumore massimo simile a quello di un condizionatore fisso (non portatile, che è diverso!) a velocità massima, ovvero un rumore che si sente, ma non da affatto fastidio. La modalità ecologica riduce ulteriormente il rumore emesso dal dispositivo, in quanto essenzialmente va, come abbiamo detto prima, a diminuire la velocità della ventola.

Utilizzarlo la notte è comodo grazie anche alla presenza della modalità notturna che ne abbassa la potenza, fino a spegnerlo, per cui il rumore emesso, che già è poco, si attenua ulteriormente e da sollievo durante le calde notti d’estate.

skyscraper accessori

Prestazioni

Queste devono essere valutate non tanto dal punto di vista del raffreddamento, che ovviamente non è quello di un climatizzatore, quanto dall’unità di misura utilizzata per i ventilatori, ovvero i metri cubi d’aria all’ora. Tanta più aria, infatti, passa all’interno di un ventilatore, tanto maggiori saranno le sue prestazioni perché garantisce più “ricambi d’aria”, termine tra l’altro non proprio adatto perché si usa soprattutto quando il ventilatore mette in comunicazione un ambiente interno con quello esterno.

Comunque sia, il ventilatore ad acqua Klarstein ha una portata di 500 metri cubi all’ora. Considerando che una stanza di 30 metri quadri, con un’altezza standard di 2,70 metri, è composta da 81 metri cubi, sono garantiti almeno 5 ricambi d’aria all’ora, quasi sei, che per un ventilatore non è poco; sicuramente raffresca l’aria più di quanto riesca a fare qualsiasi ventilatore da tavolo, per cui da questo punto di vista (e rispetto ad altri prodotti simili) è sicuramente un acquisto conveniente.

Esperienza d’uso

La prima cosa che colpisce di questo dispositivo è sicuramente il design, molto particolare e che lo rende adatto a qualsiasi ambiente, anche piuttosto piccolo grazie alla sua struttura a torre che non occupa troppo spazio nella stanza. Il ventilatore pesa 6 Kg ed è molto comodo da spostare perché ha le ruote, quindi si utilizza bene tra le diverse stanze.

Il serbatoio dell’acqua, si trova nella parte bassa e conviene riempirlo prima di collegare la presa alla corrente (per motivi semplicemente di sicurezza). Ha una capacità di sei litri, che garantiscono diverse ore di utilizzo, anche se comunque va riempito una o due volte al giorno, dipende da quanto lo si utilizza. Prima di riempirlo possiamo inserire nella vasca due fiale del ghiaccio (siberini, polaretti, mattonelle di ghiaccio, piastra eutettica, quale che sia il nome l’oggetto è quello!) che dobbiamo aver messo almeno 8 ore prima in congelatore, e hanno lo scopo di rendere l’acqua, che verrà nebulizzata, più fredda. Nel ventilatore ne troviamo due, ma il consiglio è di acquistarne almeno altre due, di dimensioni consone, per poter garantire il ricambio: più tempo si usa l’acqua, più la temperatura ovviamente aumenta perché si perde l’effetto del ghiaccio.

Riempita la vasca e messo il ghiaccio si può attivare il ventilatore, che si può controllare sia dal display, in alto, sia dal telecomando che la le stesse funzioni. L’utilizzo è molto semplice, e tramite i tasti (a parte accensione e spegnimento) si può:

  • Con il tasto Speed è possibile scegliere una delle tre disponibili modalità di ventilazione, così da regolare la quantità d’aria in base alle nostre necessità.
  • Il tasto Cooler/Humidifier serve a cambiare la modalità di utilizzo del dispositivo. Quando rimane in modalità Cooler la funzione è quella di un normale ventilatore, per cui verrà mossa l’aria ma non verrà presa l’acqua che si trova nel serbatoio, che rimarrà quindi allo stesso livello; invece in modalità Humidifier l’acqua viene presa e nebulizzata nell’aria, grazie alla velocità della ventola, contribuendo così ad abbassare la temperatura percepita nella stanza (perché si distrugge la “barriera d’aria” presente sulla nostra pelle, come accade quando usciamo dalla doccia).
  • Il tasto Swing serve a far muovere il ventilatore a destra e a sinistra, utile per evitare il getto continuo;
  • Il tasto Timer ha poi la funzione di far spegnere il ventilatore passato un certo periodo di tempo da quando è acceso, ad intervalli di mezz’ora fino a 7 ore e mezzo. Da notare che l’utilizzo è essenziale, altrimenti di normale dopo mezz’ora che funziona si spegne in automatico.
  • Il tasto Mode, infine, serve ad impostare le modalità speciali: quella normale, la notturna (che riduce gradualmente la velocità fino a farlo spegnere) e infine la modalità ecologica, in cui la velocità della ventola è regolata in automatico ma rimane sempre sul basso, come a simulare la brezza marina.

Nel complesso, funzioni molto semplici da capire tra cui ce n’è una, un po’ nascosta, che è quella dello ionizzatore; a differenza di alcuni modelli di climatizzatori fissi dove lo ionizzatore è una membrana elettricamente carica, qui a farne la funzione è semplicemente l’acqua: l’acqua si lega alle particelle di polvere che sono nell’aria bagnandole, rendendole pesanti e facendole cadere verso il basso. Per cui effettivamente c’è un sistema di purificazione dell’aria che aiuta a proteggere, per esempio, dagli allergeni (la polvere che deriva dai peli di cane/gatto, ad esempio, viene fatta cadere) ma è un effetto che avremmo trovato comunque in qualsiasi dispositivo in grado di nebulizzare l’acqua.

Conclusioni

Il ventilatore ad acqua Klarstein Skyscraper Ice, nel complesso, è uno dei migliori dispositivi di questa categoria che si possono trovare in commercio.

Riesce infatti a coniugare molto bene un buon design (molto importante per un oggetto comunque piuttosto grande e ben visibile in casa), mette a disposizione due colori diversi che sono bianco e nero, e soprattutto permette di avere un buon risparmio energetico in relazione alle prestazioni, che è un aspetto molto positivo anche per prodotti, come questi, che consumano tutto sommato poco.

Tra gli svantaggi, per un ventilatore ad acqua, il fatto che la forma a torre crea un getto d’aria molto concentrato, poco distribuito in generale all’interno della stanza, e anche se questo problema è ridotto dalla rotazione del ventilatore è comunque una soluzione non proprio ottimale quando in una stanza ci sono più persone; altri ventilatori hanno una forma più simile ad un climatizzatore portatile, più allargata quindi, e distribuiscono meglio l’aria.

In ogni caso, nel complesso si tratta di un ottimo acquisto, assolutamente consigliato, anche per il prezzo in linea con prodotti simili, quando si cerca un prodotto di questo genere.