Recensione di OneConcept CarribbeanBlue: condizionatore portatile senza tubo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Dai la tua opinione! Vota tu per primo!)
Loading...

In questa recensione andiamo a prendere in considerazione il condizionatore/ventilatore ad acqua proposto da OneConcept, dal nome CaribbeanBlue, che cerca di riprodurre in casa, con la calura estiva, un’atmosfera simile a quella della brezza caraibica.

Si tratta non di un climatizzatore portatile vero e proprio, ma di un raffrescatore ad acqua, ovvero un ventilatore che sfrutta il principio fisico di raffreddamento dell’acqua per immettere all’interno della stanza aria più fredda, per dare una sensazione di freschezza. Modifica poco la temperatura reale, quindi, ma la percezione di fresco c’è. In pratica, l’aria calda viene fatta passare da un pannello in cui si trova l’acqua fredda (che metteremo noi nel serbatoio), e l’aria cederà calore ad essa (che evaporerà) risultando così più fredda di quando è entrata nel raffrescatore. Se vuoi approfnodire l’argomento ti suggerisco di leggere il nostro articolo sui condizionatori portatili senza il tubo esterno.

Ha il vantaggio di essere molto più silenzioso, molto più economico (sia al momento dell’acquisto che come consumi) e sprovvisto del fastidioso tubo esterno. Andiamo quindi a vedere quali sono le sue caratteristiche e se si tratta di un acquisto valido.

Caratteristiche principali

  • Ha consumi piuttosto bassi
  • Quantitativo di aria spostato davvero buono
  • Molto silenzioso anche alle velocità più alte
  • Tre velocità tra cui scegliere
  • Molto semplice da utilizzare
  • Facilmente trasportabile

one concept carribbean

Consumi

I consumi dei rinfrescatori d’aria sono in generale sempre molto bassi, almeno se paragonati a quelli dei climatizzatori portatili che hanno il sistema frigorifero.

Con questo dispositivo siamo ad una potenza di 70 W, davvero pochi se consideriamo che un vero condizionatore in media ne consuma all’incirca 1500; per cui dal punto di vista ecologico e del costo della bolletta elettrica non ci sono problemi, perché possiamo (tenendolo acceso molto, molto spesso) veder aumentare la bolletta della luce di 5, 7 euro al mese, non di più, una cifra del tutto sostenibile per affrontare il caldo.

Va detto che, rispetto ad altri dispositivi simili il consumo è piuttosto alto, ma ovviamente va valutato relativamente; la causa potrebbe essere il filtro posteriore, che trattiene la polvere che si trova nell’aria e richiede quindi una potenza maggiore per muovere più aria; oppure puo’ dipendere anche dalla velocità delle ventole, ma le differenze sono solamente di pochi watt, per cui da questo punto di vista non c’è da preoccuparsi più di tanto.

Rumorosità

Il rumore emesso da questo prodotto di OneConcept è particolarmente basso a causa della sua struttura interna, diversa da quella di altri ventilatori a torre come questo.

La differenza fondamentale sta nel fatto che mentre prodotti simili hanno un’unica ventola, o comunque poche ventole piuttosto grandi, in questo caso abbiamo tante piccole ventole dietro alle lamelle che sparano l’aria in varie dimensioni, non solo direttamente davanti al climatizzatore, motivo per cui il rumore, nel complesso, si sente meno rispetto a prodotti simili.

Comunque, dovete immaginarvi un volume simile a quello del ventilatore che non disturba né mentre stiamo lavorando e nemmeno la notte, mentre si dorme: insomma, nulla a che vedere con i rumorosissimi climatizzatori portatili.

carribbean smontato

Prestazioni

Dal punto di vista delle prestazioni ci assestiamo su un livello medio/basso con un prodotto di questo tipo. Infatti abbiamo una capacità di filtraggio dell’aria non altissima, di 400 metri cubi all’ora, che comunque puo’ andar bene per una stanza di una ventina di metri quadri; si trova anche di meglio, ma posso assicurare che la differenza non si sente.

Il ventilatore si può usare in due modalità distinte, quella in cui è solo ventilatore (cioè muove l’aria) e quella in cui invece, utilizza anche l’acqua presente nel serbatoio e i ghiacciolini in dotazione, quindi in sostanza umidifica un po’ l’aria. Non cambiano i consumi, nelle due modalità, e nemmeno la capacità di filtraggio d’aria, mentre per entrambe la modalità si può aumentare o diminuire la velocità delle ventole a tre diversi livelli.

one concept sopra

Esperienza d’uso

Il condizionatore evaporativo OneConcept CaribbeanBlue è un dispositivo semplice da usare e comodo da spostare in casa. Le dimensioni sono molto contenute, forse anche un po’ troppo perché l’altezza di soli 50 centimetri circa, costringe a metterlo almeno su una sedia per poter beneficiare del movimento dell’aria che è in grado di fare. Ha di buono che, nonostante non ruoti su sé stesso, quindi sia simile come struttura a un climatizzatore portatile, l’aria sia lanciata in varie direzioni, non solo in rettilineo, per cui se viene messo in un angolo della stanza, non troppo lontano dalle persone, riescono a beneficiare tutti dell’aria fresca.

Il prodotto si compone da una parte, quella superiore, dove ci sono le ventole, da cui quindi passa l’aria, e da quella inferiore che è il serbatoio dell’acqua, di capacità massima quattro litri. Il serbatoio è capiente, ma non tantissimo, per cui se lo utilizziamo tutto il giorno dobbiamo mettere in conto di riempirlo almeno due o tre volte. Nella confezione vengono poi forniti anche due portaghiaccio, che si mettono in congelatore e servono a raffreddare l’acqua; purtroppo pero’ durano poco tempo e si scongelano dopo poco, pertanto possiamo mettere (consigliamo di farlo) anche altri portaghiaccio che abbiamo già, oppure i cubetti direttamente, perché lo scopo è semplicemente quello di raffreddare l’acqua nel serbatoio.

Si può poi accendere il condizionatore, ed è meglio farlo prima di inserire la spina (quando si armeggia con l’acqua, non si sa mai…); a questo punto ci sono tre pulsanti nella parte alta, che sono:

  • Swing: permette di utilizzare il dispositivo come un normale ventilatore. Il prodotto non gira su sé stesso, ma le lamelle interne si muovono in orizzontale e in verticale permettendo una distribuzione dell’aria fresca in tutta la stanza; in questa modalità, chiaramente, non viene consumata l’acqua del serbatoio che può anche non esserci.
  • Cool: è la funzione che serve a utilizzare anche l’acqua del serbatoio, che viene pompata verso l’alto e quindi nebulizzata nell’aria per effetto della velocità dell’aria. In sostanza, umidifica l’aria ed espande l’umidità, facendola cadere sulla pelle delle persone. L’effetto è quello dell’acqua, che sentiamo anche quando si esce dalla doccia (anche in estate): distrugge la barriera d’aria che si forma immediatamente sopra alla nostra pelle.
  • Pulsanti velocità: sono tre, centrali, e si possono abbinare alle due modalità che abbiamo appena visto, e servono a regolare la velocità della ventola oltre che, per la funzione Cool, la distanza a cui sarà spinta l’umidità in uscita dal dispositivo. Oltre alle velocità 1, 2 e 3 è possibile anche utilizzare il tasto 0, che ha la funzione di spegnere il dispositivo.

Da notare che la funzione di pulizia dell’aria è disponibile in tutte le modalità, perché il filtro si trova come primo ostacolo al percorso dell’aria, nella parte posteriore del ventilatore; l’unica cosa a cui bisogna fare attenzione è che il filtro di tanto in tanto va pulito, pena la perdita di efficienza della macchina.

Conclusioni

Nel complesso, il ventilatore ad acqua messo a disposizione da OneConcept è un dispositivo abbastanza interessante dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo, perché ad un costo tutto sommato contenuto ci da un supporto valido per ridurre la calura estiva, da tutti i punti di vista.

I consumi sono molto bassi, anche se meno rispetto ad altri prodotti simili, e lo stesso vale per le prestazioni che sono ben lontane da un condizionatore portatile vero e proprio; il rumore invece, è davvero minimo per la particolare struttura del ventilatore composto da ventole piccole, e non da unica grande come succede per i ventilatori da tavolo.

Qualche piccolo difettuccio lo possiamo trovare nella mancanza di funzioni avanzate, come un timer che potrebbe fare comodo (specialmente durante la notte), e per le dimensioni non grandissime che, specie per l’altezza, non da il massimo se non viene posizionato su un piano sopraelevato; cose su cui, comunque, si può sorvolare considerando che le funzioni che ha, sebbene siano poche, sono comunque assolutamente sufficienti per garantire un’estate più serena evitando il grande caldo in casa.

Un buon prodotto, quindi, per chi cerca una soluzione di ripiego per evitare i climatizzatori portatili, molto rumorosi e con il tubo, e anche i climatizzatori fissi con gli oneri murari che comportano. Preso atto che non è un climatizzatore ma un ventilatore ad acqua, per non avere false aspettative, è un prodotto interessante il cui acquisto è consigliabile ma non vi aspettate grandi prestazioni.