Recensione Pinguino PAC N90: Buona Potenza e Poco Rumore

Una delle marche più conosciute, per le sue caratteristiche e qualità, nell’ambito dei condizionatori portatili, è DeLonghi, che mette sul mercato tra i prodotti il celebre Pinguino che da anni, nel nostro paese, è diventato sinonimo di “condizionatore portatile”.

delonghi pinguino n90

In questa pagina andremo a scoprire le caratteristiche principali di uno dei modelli più interessanti soprattutto in relazione al suo rapporto qualità/prezzo: parliamo di Pinguino PAC N90.B, un condizionatore portatile che probabilmente non rappresenta il top gamma, ma per il costo non eccessivo può essere considerato un buon compromesso per chi cerca un condizionatore portatile valido per il raffreddamento di ambienti che non sono eccessivamente grandi.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Classe energetica A
  • Telecomando
  • Timer 12 h
  • Silenzioso

CONSUMI

Per quanto riguarda i consumi, questo modello Pinguino non ha una classe energetica altissima (si trova infatti in classe A), però è un modello adatto a raffreddare ambienti non particolarmente grandi e, a causa di una potenza più limitata rispetto ad altri modelli, mantiene anche un consumo energetico non eccessivo.

La potenza di raffreddamento è infatti di 2,5 Kw, mentre l’assorbimento elettrico è di 0,9 kW, il che rende possibile utilizzarlo con qualsiasi altro elettrodomestico (ad esempio, con un phon da 2 kW di assorbimento usato in contemporanea non abbiamo problemi di interruzione della corrente con un contatore domestico).

Da questo punto di vista, quindi, il consumo non è eccessivo e non ci saranno brutte sorprese sulla bolletta anche utilizzandolo in modo abbastanza intenso.

RUMOROSITÀ

Per quanto riguarda il rumore emesso, siamo di fronte ad uno dei modelli più interessanti da questo punto di vista. Infatti l’emissione di rumore media è di 63 dB, ma solamente quando utilizziamo una potenza di raffreddamento abbastanza elevata.

Considerando pero’ che è stato pensato per raffreddare ambienti piccoli, non c’è nessuna necessità di utilizzarlo a potenza elevata, e questo può ridurre il rumore emesso fino, nella potenza minima, a 42 dB; si tratta di una rumorosità molto bassa, simile a quella di un ventilatore usato al massimo della potenza; si sente, certo, ma non provoca un fastidio nell’utilizzo quotidiano.

Rispetto ad altri condizionatori anche della stessa marca abbiamo quindi un vantaggio non da poco, e questo lo rende uno dei migliori prodotti dal punto di vista del rumore emesso.

PRESTAZIONI

Come già precedentemente accennato, le prestazioni di questo dispositivo non sono eccezionali, e questo lo rende un po’ limitato al solo raffreddamento degli ambienti più piccoli, che non superano indicativamente i 25 metri quadri (si può arrivare a 30, ma non è un condizionatore adatto al raffreddamento di tutta la casa, sia anche un monolocale).

La capacità è di 9800 BTU, quindi una potenza medio-bassa, se però si utilizza in una stanza di dimensioni adeguate porta ai suoi risultati, e il raffreddamento, così la deumidificazione, diventano efficaci.

ESPERIENZA D’USO

Questo modello Pinguino è simile ad altri come dimensioni e peso, ma è leggermente più compatto, quindi in linea con l’utilizzo di raffreddamento di stanze non particolarmente grandi.

I materiali sono di buon livello, e anche nello smontaggio del dispositivo non si evidenziano criticità nella qualità del prodotto; anche parti tendenzialmente più fragili, come il tubo, sono molto solide e garantiscono quindi una buona tenuta. A questo proposito, il tubo ha una lunghezza di circa 150 centimetri alla sua massima estensione, 40 centimetri quando è completamente retratto, quindi non ci sono problemi di posizionamento, al pari di altri modelli. Il dispositivo si può spostare agevolmente grazie alle ruote e, nonostante un peso non bassissimo (30 Kg) si riesce a spostare con facilità da una stanza ad un’altra.

Il condizionatore, per la presenza del tubo, deve essere posizionato vicino ad una porta o ad una finestra per permettere l’uscita dell’aria calda e dell’umidità che raccoglie dalla stanza.

A tal proposito, nella confezione non sono presenti adattatori per la finestra, per cui bisogna considerare anche una piccola spesa aggiuntiva, non eccessiva, se siamo interessati alla foratura del vetro per il passaggio del tubo oppure per un pannello per finestre scorrevoli, così da isolare quanto più possibile la stanza senza la necessità di tenere aperta la finestra costantemente durante l’utilizzo.

Per quanto riguarda il raffreddamento, le funzioni di questo modello sono le “classiche” dei condizionatori portatili ovvero il raffreddamento, cioè l’abbassamento della temperatura della stanza, la deumidificazione con la quale si toglie l’umidità in eccesso ma senza abbassare la temperatura, e la ventilazione, che permette il movimento dell’aria senza però l’abbassamento della temperatura; da notare che quest’ultima funzione è disponibile anche senza l’utilizzo del tubo, necessario invece per le altre due.

Il condizionatore si controlla con il telecomando in dotazione, che è molto comodo e può tranquillamente sostituire i comandi manuali presenti sul display. Le funzioni disponibili sono:

  • Il tasto di accensione e spegnimento del condizionatore
  • La funzione di aumento o diminuzione della temperatura della stanza
  • Un tasto che consente di variare la modalità di utilizzo, tra refrigerazione, deumidificazione e ventilazione
  • Un tasto che consente di modificare la velocità della ventola, questo con tutte e tre le modalità
  • Un timer, fino a 12 ore, per spegnere il condizionatore ad un orario stabilito
  • La possibilità di visualizzare la temperatura in gradi Celsius o Fahrenheit.

Le informazioni si possono trovare sia sul telecomando che sul display del condizionatore che, tuttavia, si trova in alto, costringendo quindi a spostarci se vogliamo leggerle e non abbiamo il telecomando con noi.

CONCLUSIONI

Il condizionatore Pinguino PAC N90.B è un buon dispositivo per chi è interessato a raffreddare stanze di dimensioni non eccessive; non è il massimo che l’offerta Pinguino mette a disposizione, ma per chi non ha necessità particolarmente avanzate può andare bene.

Il punto di forza a nostro avviso è legato alla bassa rumorosità, che consente di utilizzarlo senza troppo fastidio magari nell’utilizzo in una stanza non troppo piccola, come ad esempio una camera, caratteristica che ben si colloca con la capacità di raffreddamento di questo condizionatore.

E’ quindi adatto a piccoli ambienti, studi, uffici, camere, eventualmente bagni, oppure cucine e sale da pranzo purché non siano eccessivamente grandi; non si adatta invece ad ambienti di più grandi dimensioni perché, nonostante il poco rumore, la capacità che ha non sarebbe in grado di raffreddarli adeguatamente.

Mancano inoltre tutta una serie di funzioni avanzate che si possono trovare in modelli Pinguino di gamma più alta ma che in questo dispositivo non sono invece presenti; questo limita molto la personalizzazione, “relegandola” alla possibilità di scegliere un tempo di utilizzo e la modalità di utilizzo, ma non permettendo di sostituire, nella comodità, un condizionatore con funzioni più avanzate.

E’ quindi consigliato a chi ha necessità del solo raffreddamento e di piccoli ambienti, mentre chi è interessato a qualcosa di più performante, sia come prestazioni che come funzioni, dovrebbe considerare modelli Pinguino diversi, o anche condizionatori portatili prodotti da altri marchi.