Recensione Pro Breeze: Condizionatore Potente e senza tubo

In questa pagina andremo a valutare tutte le caratteristiche di un prodotto molto interessante, un condizionatore portatile senza tubo, tra i più venduti su Amazon al momento.

pro breeze condizionatore portatile senza tubo

Parliamo del raffrescatore Pro-Breeze, un condizionatore che sfrutta l’acqua raffreddata dal ghiaccio, per abbassare la temperatura all’interno della stanza. Si tratta di un prodotto economico, ma allo stesso tempo interessante per i bassi consumi, per le diverse opzioni di funzionamento che abbiamo a disposizione, nonché per la comodità di utilizzo: vediamo quali sono i punti di forza e quelli di criticità di questo prodotto.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

  • Bassi consumi
  • Più modalità di funzionamento che corrispondono a diversi flussi d’aria
  • Possibilità di utilizzare il telecomando e il display led
  • Grande capacità del serbatoio dell’acqua.

CONSUMI

Il consumo elettrico del raffrescatore ProBreeze è molto basso, e si assesta su una capacità di 100 W, molto basso se paragonato ai condizionatori con il circuito refrigerante, nella media se lo paragoniamo con altri prodotti simili.

Si tratta quindi sicuramente di un prodotto ecologico, anche se la potenza non bassissima (esistono raffrescatori che assorbono solo 50 W) permette di utilizzare le diverse funzioni e, al massimo assorbimento, abbiamo un flusso d’aria più potente rispetto a quello portato da altri prodotti simili.

La bassa potenza fa sì che il costo in bolletta sia molto limitato: anche tenendolo in attività per giorni interi, non troveremo una differenza in bolletta più elevata di 7-8 euro, per cui si tratta di un prodotto da prendere in considerazione se il nostro interesse è il risparmio energetico.

RUMOROSITÀ

Per quanto riguarda il rumore, questo è in generale molto basso, anche se la rumorosità dipende da quale funzione utilizziamo, e dalla potenza di movimentazione dell’aria di cui abbiamo bisogno.

Il rumore è infatti generato proprio dalle ventole, e questo permette di aumentarlo o diminuirlo in base alle nostre necessità. Se il rumore è percepibile alle velocità più alte, bisogna ricordare che è presente una modalità notturna che consente di abbassare molto la velocità delle ventole e, conseguentemente, anche il rumore.

Nell’utilizzo, tuttavia, la percezione è quella di utilizzare un ventilatore, quindi può essere fastidioso solo se a velocità massima e costantemente puntato in una direzione; nella maggior parte dei casi, tuttavia, il suo funzionamento non è percepibile.

 

PRESTAZIONI

Per quanto riguarda le prestazioni, in termini di potenza questo è uno dei raffrescatori più performanti tra quelli che possiamo trovare ad oggi sul mercato.

La capacità è all’incirca di 500 metri cubi di aria filtrata all’ora, e questo è sufficiente per raffreddare una stanza anche di dimensioni piuttosto grandi come 30 metri quadri. Si tratta quindi di un dispositivo che può essere installato in diverse stanze della casa, e che può essere spostato in quanto provvisto di ruote; in questo modo si può utilizzare anche per raffreddare alternativamente più stanze.

Teniamo conto, poi, che se ben posizionato, in modo che il getto d’aria raggiunga stanze separate, è possibile anche riuscire a raffreddare più ambienti senza materialmente doverlo spostare.

ESPERIENZA D’USO

Il raffrescatore evaporativo ProBreeze è un dispositivo comodo e versatile nell’utilizzo. Si compone come un unico blocco, di dimensioni non eccessive quindi facilmente trasportabile da una stanza all’altra, anche grazie alla presenza delle ruote.

Nella parte bassa si trova il serbatoio per l’acqua, che ha una capienza di 5 litri, abbastanza da durare almeno mezza giornata. Si tratta di uno dei pochi dispositivi che mette anche a disposizione direttamente i siberini con il ghiaccio, che sono diversi da quelli che abbiamo solitamente in casa in congelatore; infatti sono piatti ed allungati, e questo permette di diffondere meglio la bassa temperatura all’acqua e quindi raffreddarla in modo più uniforme e completo.

I siberini sono due, uno da utilizzare e l’altro da tenere in congelatore; in questo modo mentre uno si “ricarica” l’altro può essere utilizzato, e questo consente un ricambio completo nel corso della giornata e del susseguirsi dei giorni. L’acqua fredda quindi viene pompata ed utilizzata per il raffreddamento.

L’accensione del dispositivo è poi semplicissima, si può accendere sia con i tasti integrati che con i pulsanti sul telecomando (che corrispondono a quelli del pannello integrato, non ci sono differenze).

Il display led è molto comodo e permette di accedere alle varie modalità in modo da scegliere quella più comoda per noi. Utile anche la presenza del timer, mentre forse una mancanza è la possibilità di scegliere che, al termine del timer, il raffrescatore non si spenga ma passi piuttosto ad un’altra modalità; una funzione che avremmo trovato utile, ma che purtroppo non è presente.

Interessante invece la possibilità di regolare tra potenze diverse delle quali la principale è particolarmente elevata; in questo modo è possibile personalizzare al meglio il funzionamento del condizionatore.

Per quanto riguarda la notte, poi, la modalità notturna rallenta molto la velocità delle ventole e attiva una rotazione (molto lenta) del raffrescatore per non arrecare disturbo né con una direzione fissa, né con un rumore troppo elevato.

I tasti e le funzioni disponibili sia sul display che sul telecomando, per poter controllare il raffrescatore a distanza, sono le seguenti.

  • On/Off: è il pulsante di accensione del raffrescatore.
  • Speed: si tratta di un tasto che permette di regolare la velocità della ventola, e di conseguenza anche il rumore.
  • Timer: è il tasto che permette di stabilire per quanto tempo il dispositivo deve rimanere acceso; possiamo aggiungere 1, 2 o 4 ore fino ad un massimo di 7, e il valore verrà indicato sul display, da cui potremo sempre vedere quanto tempo manca allo spegnimento.
  • Oscillazione: permette di far ruotare il raffrescatore o tenerlo fermo.
  • Modalità: modalità vento e modalità notturna sono le due modalità aggiuntive che regolano automaticamente la velocità delle ventole; in questo modo abbiamo un rumore più basso e una velocità, nonché una rotazione del condizionatore, più naturale.
  • Eva/Cooler: permette di scegliere se utilizzarlo come semplice ventilatore per muovere l’aria oppure come vero e proprio raffrescatore; è utile se l’acqua nella riserva termina.

Per quanto riguarda lo smontaggio della cassetta e il ricambio d’acqua, è tutto molto semplice in quanto una levetta viene ruotata e questo “libera” la cassetta dell’acqua che può essere estratta, riempita (possibilmente con acqua distillata) e può essere inserito all’interno il ghiaccio. Da notare che la modalità di raffrescamento si interrompe da sola, passando a quella di ventilazione, se termina l’acqua presente nella cassetta (così da evitare danni al dispositivo).

CONCLUSIONI

L’esperienza di utilizzo del raffrescatore evaporativo ProBreeze è sicuramente positiva, tenuto conto della tipologia di prodotto.

Si tratta di uno dei condizionatori portatili senza tubo più ricco di funzioni e potente, ma allo stesso tempo anche piuttosto economico. Per chi cerca un condizionatore portatile senza tubo si tratta probabilmente di una delle soluzioni migliori al momento disponibili.

I difetti sono pressoché trascurabili, e possiamo ricordare solamente un rumore un po’ elevato ma solo quando scegliamo di utilizzare la potenza massima; tuttavia, con qualche accortezza si tratta di un difetto del tutto evitabile, per un dispositivo che rappresenta un buon compromesso per trovare rimedio alla calura estiva.