Recensione del Trotec PAC 3500X: tanta potenza a un buon prezzo

In questa pagina parliamo del climatizzatore Trotec PAC 3500X, un prodotto piuttosto potente che promette di raffreddare stanze anche molto grandi grazie alle sue ottime caratteristiche.

Effettivamente è molto più potente rispetto ad altre macchine simili, ma non bisogna farsi trarre in inganno dalla pubblicità e dai proclami (questo va detto, e vedremo perché). Bisogna precisare però, che per chi cerca un climatizzatore portatile potente è al momento uno dei migliori in assoluto sul mercato, difficilmente si riesce a trovare di meglio: andiamo quindi a vedere le sue caratteristiche e cerchiamo di capire se possa fare al caso vostro.

 

 

Caratteristiche principali

  • Molto potente con i suoi 12000 Btu
  • Raffreddamento aria-aria o aria-acqua
  • Classe energetica A
  • Design
  • Timer programmabile di 24 ore
  • Ruote girevoli
  • Filtro facilmente estraibile
  • Termostato interno

trotec pac 3500 x

Consumi

Per quanto riguarda i consumi della macchina, siamo su un livello medio tendente all’alto. Si tratta (come abbiamo detto) di un condizionatore davvero potente, e questo significa che il fabbisogno di energia elettrica è più alto rispetto ad apparecchi che coprono un volume più basso, per ovvi motivi. Il consumo si percepisce in particolare se attiviamo la modalità di raffreddamento veloce, e se la differenza tra temperatura attuale e desiderata è troppo alto la potenza assorbita aumenta ancora di più.

La potenza assorbita, a massimo regime, è di 1,3 kW, che è quasi la metà della potenza a disposizione di un contatore normale, domestico: questo significa che fin quando lo usiamo da solo o con altri elettrodomestici non particolarmente “assetati” di energia elettrica, non ci sono problemi, ma c’è il rischio di raggiungere il limite di potenza massimo se usiamo insieme ad un asciuga-capelli o un forno elettrico.

Rumorosità

Anche per il rumore emesso il Trotec PAC 3500X non è tra i migliori in commercio, perché con i suoi 65 decibel è abbastanza fastidioso. E’ rumoroso prima di tutto perché è potente, e se deve lavorare tanto fa molto rumore, e secondariamente perché rispetto ad altri modelli, anche di altre marche, non ha alcuna tecnologia di riduzione del rumore.

Se mettiamo insieme queste due cose, si capisce che non è il massimo per chi vuole raffreddare la casa senza essere disturbato; da segnalare anche la presenza di una modalità notturna che aumenta man mano la temperatura fino a spegnere il climatizzatore, ma non fatevi illusioni: con una macchina così potente dormire è impossibile, se sta lavorando. Anche se nulla vieta di tenerlo in camera e usare la modalità ventilatore che, anche se non raffredda, muove comunque l’aria e da sollievo durante la notte.

pac 3500 x sopra

 

Prestazioni

Dal punto di vista delle prestazioni, il Trotec PAC 3500X si comporta sicuramente bene, ma non tanto quanto viene pubblicizzato. Purtroppo ho sentito in diversi casi lamentele relative al fatto che questo condizionatore era stato preso per un auditorium, o una sala riunioni/congressi e non la raffreddava come doveva: nella pubblicità è scritto che raffredda fino a 115 metri cubi. Cubi, non quadrati.

La portata d’aria che ha, e la potenza (12.000 BTU) sono buone per un condizionatore portatile, anche perché difficilmente se ne trovano di più potenti; però bisogna considerare che riesce a raffreddare, bene una stanza di 40-50 metri quadri, non di più; se si prova a raffreddare stanze più grandi ci vogliono diverse ore per farlo, per un risparmio energetico inutile; purtroppo per ambienti grandi i climatizzatori portatili non vanno bene, e bisogna necessariamente affidarsi ai fissi.

Per quanto riguarda un appartamento, la potenza non manca e, anzi, bisogna fare attenzione a mettere la modalità “turbo” quando le temperature sono alte; in questo caso infatti, il climatizzatore consuma più energia del normale, e questo significa un maggiore assorbimento e l’impossibilità di utilizzarlo contemporaneamente ad altri elettrodomestici.

 

pac 3500 dietro

Trotec PAC 3500X: l’utilizzo

Questo modello di Trotec è comodo da utilizzare in casa, o quantomeno la sua comodità è simile a quella di altri climatizzatori portatili, senza troppe differenze, nonostante non abbia funzioni particolari che lo contraddistinguono.

Le dimensioni della macchina sono standard e il design è squadrato; l’aria fresca viene emessa lateralmente, per cui è difficile che il getto d’aria colpisca chi lo sta utilizzando, anche se si trova direttamente davanti.

Il posizionamento deve essere effettuato con le attenzioni “classiche” per queste macchine, lasciando un po’ di spazio dietro.

Va messo vicino ad una finestra perché c’è il tubo, di diametro 12 centimetri (più piccolo rispetto ad altri modelli, quindi) e una lunghezza di un metro e mezzo quando è completamente esteso; è un tubo però davvero molto sottile, per cui quando si ritrae occupa uno spazio veramente minimale, di circa 20-25 centimetri; è comodo per quando si ripone in inverno, perché spesso il problema, specie nelle case piccole, è proprio capire dove mettere il tubo quando il climatizzatore non si usa.

Quando si usa, il tubo deve finire fuori dalla finestra; per le finestre a scorrimento, Trotec ci fornisce il pannello per la chiusura ermetica, e inoltre ci da l’accessorio per inserire il tubo nel foro della finestra, se lo abbiamo fatto appositamente per un climatizzatore portatile. Dal punto di vista dell’installazione, insomma, nessun problema.

Quando si accende, poi, si possono usare le modalità di condizionamento, ventilazione e deumidificazione; quest’ultima è indipendente, ed esiste un tubo per lo scarico continuo della condensa che va inserito in un contenitore da svuotare regolarmente, per poter continuare ad utilizzare la funzione. Questo significa però che se usiamo il Trotec come deumidificatore non c’è necessità di mettere il tubo, perché non serve per far evaporare la condensa.

Tra le funzioni che abbiamo a disposizione, e che tra l’altro si possono controllare in modo molto comodo con il telecomando, abbiamo essenzialmente tre aggiunte all’impostazione normale della temperatura: il timer, che serve ad impostare degli orari di accensione e di spegnimento del dispositivo, e poi la modalità sleep, che serve ad aumentare costantemente la temperatura nella stanza (ne abbiamo parlato prima) e la modalità automatica, che regola automaticamente la temperatura nella stanza in base al termostato interno della macchina. C’è da dire che viene però regolata solo la temperatura, e non si alternano raffreddamento e deumidificazione come avviene invece in altri climatizzatori portatili.

Conclusione

Nonostante non abbia particolari funzioni avanzate, il climatizzatore proposto da Trotec è uno dei migliori portatili attualmente presenti sul mercato dal punto di vista della potenza di raffreddamento.

Ha infatti una capacità alta per coprire anche stanze molto grandi, mentre allo stesso tempo ha poche funzioni accessorie, è piuttosto rumoroso e consuma molto, per cui bisogna essere consapevoli di queste caratteristiche prima di procedere con l’acquisto: lo vedo come particolarmente adatto ad uffici, sale piuttosto grandi, ambienti adatti ad ospitare più persone, meno ad appartamenti o camere da letto.

Se cercate quindi un climatizzatore portatile in grado di raffreddare stanze piuttosto grandi, probabilmente avete trovato il prodotto migliore per le vostre esigenze; se, però, avete stanze piccole o comunque non vorreste trovare una bolletta troppo alta a causa dell’utilizzo continuo del climatizzatore, non fa proprio al caso vostro, e dovreste prendere in considerazione qualcosa di più adatto ai piccoli ambienti.

Per cui, un acquisto consigliato (anche per rapporto qualità/prezzo) a chi ha necessità di raffreddare molto e velocemente, meno a chi cerca un prodotto da utilizzare in stanze piccole, da spostare spesso o a chi non ha bisogno di grosse differenze di temperatura nelle stanze.

14 commenti su “Recensione del Trotec PAC 3500X: tanta potenza a un buon prezzo”

  1. Salve una domanda sto acquistando da un amico il trotec pac 3500 X a 150 euro ma vorrei sapere se mi aiuta a rinfrescare una sala hobby dove praticamente sarebbe il mio appartamento saranno all’incirca 50 metri quadrati saloncino camera bagno e angolo cottura ringrazio in anticipo

    1. Ciao, per quanto 3500X sia molto potente, non penso che sia sufficiente per rinfrescare tutto il tuo appartamento, poichè distribuire il fresco in stanze diverse è spesso molto difficile.

  2. Grazie della risposta.
    In verità della TROTEC stavo vedendo anche il modello 2600S che nelle specifiche si legge come la temperatura minima settabile sarebbe addirittura di 15 °C. Oltre a costare meno sarebbe anche più risolutivo per le mie esigenze: immagino che benché disponga di una potenza di 9000 btu per un locale di 20 m3 possa andare bene. Ma comunque mi sorge una domanda: è possibile che un climatizzatore portatile arrivi a poter rinfrescare anche fino a 16 °C con una temperatura ambiente di 22-23 °C? Fra il 3500X (che arriva fino a 18 °C come minima temperatura) ed il 2600S, cosa mi consigliate? Scusate se faccio ancora domande, ma vorrei togliermi quest’ultima perplessità.
    Grazie di nuovo.
    Bernardo

    1. Come ti dicevo, la tua è una situazione abbastanza favorevole, qualunque modello tu prenda in considerazione. Non hai le problematiche tipiche di un normale appartamento (sole che batte all’interno, aria calda che entra, via vai di persone…).

      L’unica cosa a cui secondo me devi stare attento è il fatto che molta dell’umidità ti verrà asciugata, rendendo il clima della tua cantina molto più asciutto e un po’ più fresco.

      Ovviamente anche il trotec 2600s puo’ rivelarsi una buona soluzione, anche seil 3500x avendo maggiore potenza ti da una garanzia in più.

  3. Salve,
    avrei la necessità di posizionare nella mia cantina, dove conservo btg di vino, un climatizzatore, ma poiché non ho la possibilità di installare uno split+unità esterna ed inoltre non ho la possibilità di scaricare la condensa all’esterno, stavo pensando ad un climatizzatore portatile aria-aria (che non scaricasse acqua da smaltire in continuo) TROTEC della Serie PAC: posso comunque scaricare l’aria calda attraverso una finestra verso l’esterno.

    La mia cantina è di circa 20m3 (4m x 2m x 2,5m) con una umidità di 80%-85% (che NON devo eliminare necessariamente!).
    Il problema è che nei mesi estivi devo abbattere la temperatura dai 22-23 °C per arrivare ad almeno 18-19 °C (se più bassa ancora meglio).

    Volevo pertanto sapere quale modello della Gamma TROTEC (o cos’altro) potreste consigliarmi tenendo conto che dovrebbe rimanere acceso in continuo (fino a quando la temperatura non si innalzi oltre i 19 °C) in un ambiente molto umido per circa 2-3 mesi.

    Nei restanti mesi lo toglierei.

    Mi fate sapere?

    Grazie

    1. Ciao Bernardo, nella tua situazione penso che il Trotec 3500X sia un’ottima scelta. Tieni conto pero’ che il condizionatore asciugherà buona parte di quella umidità mentre rinfresca la cantina.

      1. Grazie della risposta.
        In verità della TROTEC stavo vedendo anche il modello 2600S che nelle specifiche si legge come la temperatura minima settabile sarebbe addirittura di 15 °C. Oltre a costare meno sarebbe anche più risolutivo per le mie esigenze: immagino che benché disponga di una potenza di 9000 btu per un locale di 20 m3 possa andare bene. Ma comunque mi sorge una domanda: è possibile che un climatizzatore portatile arrivi a poter rinfrescare anche fino a 16 °C con una temperatura ambiente di 22-23 °C? Fra il 3500X (che arriva fino a 18 °C come minima temperatura) ed il 2600S, cosa mi consigliate? Scusate se faccio ancora domande, ma vorrei togliermi quest’ultima perplessità.
        Grazie di nuovo.
        Bernardo

  4. Ok, lo prenderò su amazon per stare piu tranquillo su garanzia e rimborsi.
    Posso ringraziarti facendoti passare il link di acquisto di amazon?
    se si lo farò volentieri.

    provvederò a votare gli articoli.

    Grazie di tutto

  5. ciao, complimenti per le recensioni, sto valutando l’acquisto di un trotec 3500 x o un daitsu 12 000 inverter che hai recensito.
    la mia è una mansarda in legno non coibentata di circa 45m(potrei risparmiarne qualcuno, chiudendo la stanza con dei muretti di polistirolo a fine tetto), vorrei termoisolare il soffitto con una pittura termoisolante, ma a tuo parere quale dei due prodotti mi consigli? sto in sicilia, si raggiunge anche 37-38 gradi qui dentro a volte con il PC 😀

    spero possa darmi qualche consiglio, leggendo mi sembra migliore il 3500X anche se il daitsu è inverter.

    1. Bruno Mariucci

      Ciao Vincenzo, grazie per i tuoi complimenti. 🙂

      Mi pare di capire che la tua mansarda sia un vero e proprio fornetto l’estate! 😉

      Non ho capito se ti interessa anche avere la pompa di calore nel condizionatore, ma sicuramente hai bisogno di tanta potenza in quella mansarda, che mi sembra non sia nemmeno tanto piccola.

      Detto questo mi sento di poterti consigliare oltre ai modelli che hai menzionato te (che sono validissimi per la tua situazione) anche l’Argo Softy Plus, che è munito di pompa di calore ed ha una elevata potenza, superiore anche al Trotec e ne trovi la recensione in questa pagina.

      Spero di averti aiutato e se hai altre domande chiedi pure.

      1. Approfitto del: se hai altre domande chiedi pure 😀 eheheh
        ho visto la recensione dell’argo un bel prodotto, però no sinceramente non sono interessato alla pompa di calore.
        quindi ad un buon raffreddamento, il daitsu l’ho visto su amazon 417 mentre il trotec 299, ci sta un pò di differenza.
        però leggendo anche i tuoi test di assorbimento mi son confuso un pò, io leggo massimo 1,3Kw, ma tu parli anche di consumi superiori, anche se non capisco se intendi picchi o stabili, (es: turbo attivo in trotec: consumo 2Kw continui).
        ovviamente come detto prima sto isolando la mansarda il piu possibile e sto spostando le fonti di calore come i pc.
        io sinceramente quei 100€ risparmiati tra daitsu e trotec li potrei spendere in pannelli isolanti e pittura termoisolante e “sigillo” per finestra. sono un tecnico informatico programmatore, SONO TOTALMENTE FUORI LE MIE COMPETENZE ahahaha
        in piu sul TROTEC leggo il sistema aria + acqua, anche se credevo che ciò riducesse i consumi e ne aumentasse l’efficenza.
        scusami se ti ho fatto tante domande, spero di essere utile anche ad altri utenti che cercano risposte come le mie.

        PS: mi incuriosisce anche: daitsu (by Fujitsu) e trotec (che non so chi siano)

        Saluti

        Vincenzo

        1. Ciao Vincenzo, approfitta pure quanto vuoi! 😉

          Quei consumi sono i picchi massimi nel caso metti la potenza massima, con la modalità turbo e nella stanza c’è molto caldo…insomma quando lo spremi a dovere quel condizionatore consuma parecchio, in quel lasso di tempo che lavora al limite della sua potenza.

          Il sistema aria + acqua gli consente di raffreddare velocemente una stanza, anche nelle situazioni più critiche, ma il compressore è molto potente e questo richiede sempre un certo fabbisogno di corrente.

          Trotec è una marca che produce prevalentemente soluzioni per l’industria, non ha mai puntato molto al mercato dei privati, per questo è poco conosciuta. Costa meno perchè paghi quello che il prodotto offre, non paghi il “marchio” come succede con molti altri prodotti. Pero’ se lo prendi su Amazon puoi contare sulla loro assistenza, che è sempre molto cortese e dalla parte del consumatore.

          P.S. se la recensione ti è piaciuta puoi mettere una tua votazione? (la trovi in alto sotto il titolo).

          1. Ciao, ho acquistato il trotec 3500x, è arrivato ieri.

            ma purtroppo non riesce a raffreddarmi la stanza, la temperatura iniziale è di 30-31 gradi, e riesce a scendere ad un minimo di 29°
            ho misurato la temperatura del soffitto che durante il sole è a 37°,
            si sta bene sotto il getto di aria, se gli si mette un ventilatore davanti per alzare il getto e spruzzarlo in alto.
            ho provato a cercare sul sito, ma credo di non averla trovata
            descrizione in merito a:
            https://www.amazon.it/gp/product/B01HI4LUFE/ref=s9u_simh_gw_i1?ie=UTF8&pd_rd_i=B01HI4LUFE&pd_rd_r=987SAEN1BGBPJ40DQ191&pd_rd_w=xQhqA&pd_rd_wg=esp4Y&pf_rd_m=A11IL2PNWYJU7H&pf_rd_s=&pf_rd_r=X4NWZG0J0XCHYEHR6C05&pf_rd_t=36701&pf_rd_p=4d23c06c-0c61-4476-9a6f-48d170522047&pf_rd_i=desktop

            vorrei sapere se tu sai qualcosa e se può essere piu efficente, la tecnologia bitubo, mi sembra di capire che viene usata per prendere piu aria fuori e farla arrivare dentro

            Spero in una tua risposta, in modo tale da poter chiedere eventualmente un reso e sistituzione ad Amazon.

          2. Ciao Vincenzo, come ti avevo scritto la tua situazione è molto ostica e difficile da raffreddare. Il modello che mi segnali in effetti non è presente sul sito, in quanto le soluzioni a doppio tubo sono poco diffuse perchè alla fin fine non garantiscono prestazioni sensibilmente elevate (al contrario dei consumi che invece salgono non poco).

            Se il 3500 di Trotec non riesce a raffreddarti la stanza potresti provare con il Pinguino we 128 che sfrutta il sistema di raffreddamento ad acqua e risulta molto potente. Sicuramente costa di più, ma le mansarde sono dei veri e propri fornetti e richiedono anche uno sforzo economico maggiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *